Premessa:

L’Assistente Sociale si trova spesso coinvolto in richieste di intervento per provvedimenti di sostegno, di ricerca di risorse esterne, oppure in iniziative destinate ad uno o più membri di una famiglia (anziani, minori a rischio ecc.).  L’Assistente Sociale entra in contatto con situazioni ad alto livello di sofferenza, dove dare semplici risposte dirette, come ad esempio provvedimenti economici, appare del tutto inadeguato al problema. Specialmente il lavoro con le famiglie richiede competenza tecnica e capacità di “entrare in relazione”. Dunque essere in grado di riconoscere la struttura del sistema e le sue regole. Un aspetto particolare riguarda il contatto con le situazioni di famiglie multiproblematiche o di quelle in cui emergano problemi di minori, come l’abuso, o  il maltrattamento, strettamente correlati alla natura della famiglia stessa.

Finalità del corso:

  1. Affinare le capacità nella valutazione delle problematiche presentate da singoli o da gruppi, con particolare riferimento alle strutture familiari.
  2. Modulare il proprio intervento inserendo il modello relazionale nelle generali metodologie del Servizio Sociale.
  3. Rielaborare il significato del proprio ruolo nei rapporti con l’utenza e con gli altri operatori dei Servizi per una corretta progettazione e attuazione del lavoro.

Materie:

  1. Principi generali della comunicazione umana.
  2. La teoria generale dei sistemi.
  3. La teoria relazionale e le sue applicazioni nel campo del Servizio Sociale.
  4. Le famiglie multiproblematiche
  5. Minori a rischio
  6. Psicologia delle relazioni interpersonali
  7. La gestione del rapporto col clienti,

Metodo didattico:

  1. Conversazioni teoriche.
  2. Analisi del processo comunicativo attraverso simulate predisposte.
  3. Lavoro col gruppo attraverso il metodo del “role-playing”.
  4. Analisi del processo di intervento, dalla domanda alla conclusione dello stesso. Strumenti didattici

Videoregistrazione, lavagna luminosa, lavagna a fogli mobili.

Struttura del corso:
Il Corso, della durata di un anno, si compone di 10 incontri mensili di 5 ore ciascuno; la distanza tra gli incontri consentirà ai partecipanti una riflessione e una rielaborazione dell’esperienza.

Partecipanti:
Sono ammessi non più di quindici partecipanti in possesso del titolo di Assistente Sociale.

Ammissione:
Domanda, indirizzata al Direttore dell’Istituto, corredata da un breve curriculum, il titolo di studio e la posizione lavorativa. L’accettazione è subordinata ad un colloquio valutativo.